TRASCRIZZIONE DI U NUTIZIALE DI U 6 DI MAGHJU 1994 ANNANT’À RCFM

U 6 DI MAGHJU 1994

 

 

Frequenza Mora so 9 ore.

 

- Giru di Corsica automobile, Auriol patrone di a prima tappa, eri, hà vintu tutte l'ottu di e prove speziale.

- U fronte storicu nega a so partecipazione à e viulenze contr'à l'insignenti o l’eletti.

- L’ANC ella chjamava à un’ addunita.

- Furiani, eri, ghjeranu e cerimonie di u secondu anniversariu di a tragedia.

 

U nutiziale Petru Mari :

L’hà vintu Didier Auriol dunque a tappa Aiacciu-Bastia di u giru di Corsica automobile, hè statu in testa di I'ottu prove speziale cù a so Toyota, daretu ci hè u spagnolu Carlos Sainz à 35 seconde; u primu corsu hè Bernardini ottavu in classifica.

Oghje, seconda tappa trà Bastia è Calvi, a partenza hà principiatu à 8 ore.

Nant’à a ligna in diretta ci hè Ghjuvanni Pruneta:

"È ci simu in diretta per qualchì minute torna perchè ci stà torna à pena una vintina, una trentina di vitture pronte à parte per stu giru di Corsica. Allora ramentà una cosa impurtante: ghjè chì sta mane à parte di Bastia ùn eranu più chè 63 nant'à l'84 d'eri chì sò partiti d'Aiacciu, dunque una vintina, vintunu esattamente d'abandonu dapoi eri. Allora chì per sta classifica è per sta ghjurnata trà Bastia è Calvi vi ramentu chì anu da passà ,sti piloti sò in tracciu di parte di Sorbucagnanu anu da passà per Sant'Andria di u Cutone, A Porta, Barchetta, Campitellu, Borgu, prima di rivene in Bastia, è dopu si ne vanu ind’è u Nebbiu per Casta, Petra-Munetta prima di falaà si ne in Balagna, Petra- Corbara, Monte-

Maggiore è ghjunghje dunque in Calvi versu 4 ore dopu meziornu. Incù noi ci hè Carlu Leonardi u presidente di l’ASAC è l'urganisatore d'istu giru di Corsica.

-Carlu Leonardi ci hè statu una cosa impurtante eri è una bella affare per u giru di Corsica. U mondu, a folla chì c'era quì per accoglie i piloti in Bastia, hè statu un successu è qualcosa d’impurtante per voi?”

-Hè impurtante per noi è per tutta a Corsica, si vede chì u rallye, u sport automobile, l'automobile, fussi a Giraglia, fussinu e nostre corse ch’è no femu picculi, corse di costi o n'importa chì, ci hè sempre u mondu, più ci sarà mondu è più sarà megliu per noi, è in più sò cuntenti dinò d'appressu cosa m'hà dittu I'osservatore chì hè Fernandez. M'hà dittu u pubblicu era piazzatu bè, è avia fattu attenzione ch'ùn sia micca minatu. Hè impurtante per a securità."

-Allora una quistione, certi dicenu chì c'era u mondu eri sera in Bastia perchè sò ghjunti di notte, versu 8 ore è mezu è sin'à 10 ore sò stati quì, è finalmente e tappe chì sò passate di notte d'issu giru di Corsica, allora valesi à di sarebbe bè di vede u giru di Corsica, di fà un ritornu in daretu è fà tappe di notte?"

-Ùn credu micca."

-Ùn hè micca pussibile?"

-Hè pussibile, tuttu hè pussibile, faremu un ritornu in daretu per ritruvà strade, i nostri stradi vechji cum'è no t'aviamu in i tempi. Ma per una corsa di notte avà,hè troppu difficiule per a securità. Pigliemu u casu d'un accidente avà, in una mez'ora o più una mez'ora sì ci sò feriti in ospidale o in clinica. S'ella hè di notte l'elicoptere ùn pò micca passà ci vole à mette un’ ambulanza è un’ ambulanza si sà ch'ind'è no ci vole à cuntà in tempu è micca in chilometri è più i succorsi sò rapidi è megliu hè per tutti. Eppo mancu per quilli chì ci danu l'ordini diceraghju, quissi dinò, a notti d'accordu ma ùn si vede micca i so nomi è tuttu è tandu ponu dì nò."

-A ringrazià vi Carlu Leonardi, eccu o Pè u puntu per stu giru di Corsica, sarà }'ultimu d'ista maitinata, l'avete intese, a notte ghjè bè, ghjè un bell'affare per u successu ma micca pussibule per e raghjone di securità di vede un ghjornu un giru di Corsica fà si di notte.

 

Vi ringraziu Ghjuvanni Pruneta, passemu à un altru sughjettu.

U FLNC storicu nega di praticà viulenza contr'à l’insignenti. Dapoi 10 anni ci scrivenu i clandestini in u cumunicatu avemu smessu da caccià ci incù l’insignenti ùn ci sbagliemu di nemichi. In quella derugazione porta a nostra lotta nant'à i scopi di u statu. A banalisazione di a viulenza ùn ne simu l'autori finisce u FLN a realità hè storta di u ........ facenu cumentu è ..... 5 attentati pruvucatorii contra insegnenti, eletti o merrie. Si finisce di cità.

Eri dopu meziornu un centu di persone eranu adunite di fronte à a posta d'Aiacciu ghjeranu chjamati da l'Accolta Naziunale Corsa, à cuntestà contr'à e svilature di a sucetà corsa, per appellà ne à a soluzione vera, s'eranu assuciati STC è FSU è dinò qualchì militanti CGT. Hà dettu Andria Serra, u secretariu generale di I’ANC ch'ellu ci vulia à guardà di cunfonde viulenza è lotta naziunalista.

“Avemu fattu issu rassemblamente, iss'accolta davant'à a posta in Aiacciu parchì u naziunalismu ùn fussi micca zittu è ch'eddu t'avissi una reazzione contr'à l'attentati fascisti chì ci sò stati issi ultimi tempi. Hè impurtante di dì, hè impurtante d'esse uniti pà u rispettu di a vita è pà a libertà di sprissione, è pensu chì i naziunalisti ùn si devenu fà isulà devenu esse annant'à u tarrenu pà denuncià certi fatti vituperi."

Andria Serra era interrugatu da Cristofanu Luri.

In u cummunicatu di u STC è a CFDT anu datu a riescita di a cuncolta di l'altreri in Bastia, si piglianu di penseri dinò i sindicati perchè scrivenu "a sucetà sculisce versu a sottumissione è l'ultimu rigu face chì a Corsica pare u mezogiornu talianu." Quì finisce a citazione.

Un attentatu in Avapessa sta notte hà mezu destruttu u resturante "L'olivier" in u centru di u paese, rivendicazione micca.

 

Frequenza Mora, u nutiziale 9 ore è 7 minute.

 

U ricordu di a tragedia di Furiani eri, fiori è preghere è silenzii à u pede di a croce vicinu à u stadiu c'era u cullettivu di e vittime c'eranu e famiglie è amichi di i 15 morti è di i 2000 feriti propriu à u locu induv'ellu s'eranu sprufundate e pratiche, è po ghjeranu 400 in ghjesgia di Santa Maria di Bastia per a messa. Mariu Muraccioli “Hè statu difficiule ....... in u locu propriu di a catastrofa, à l'ingiru di a croce arradicata di memoria di e vittime, a ghjente scumossa anu pregatu è postu parechje manere di fiori à u pede di a croce di u ricordu. Per u babbu d'una ghjovana morta Claudiu Clement, u 5 di maghju ghjè tutti i ghjorni, u ricordu hè

cutidianu.

-....... mai à scurdà si ma per noi a famiglia avemu persu à qualchissia, u 5 di maghju ghjè u cutidianu ch'ellu si passa ma cosa vogliu dì chì ... stu 5 di maghju ghjè a duiesima annata creente a nostra populazione di Corsica, a nostra ghjuventù corsa, ch'ella ùn si scurdessi mai d'ist'affare, è ch'ella ùn accadesse mai più in a nostra Cursichella. Ma ùn possu, ùn vogliu crede sbaglià mi à pena ma vecu chì dui anni dopu sta catastrofa, nunda si pò dì quasgi nunda ùn si hè arrangiatu. Più o menu ghjente dicenu ghjè una fatalità di u destinu. Ma cume anu dettu è u dicu anc'oghje ... ma circate o ghjente state à pena à stu ricordu per sti 15 morti è tutti sti feriti" Tutti l'anni per u 5 di maghju ùn ci vole micca à aspettà a seconda annata, tutti i ghjorni avè una piccula pensata per quelli chì ùn ci sò più cù noi. È po a sera à 6 ore a ghjesgia di Santa Maria s'hè palisata cum'è un locu di preghere, troppu chjucu per fà piazza à l'affluenza ghjunta à recogliesi.

Quelli chì anu persu i soi è quelli chì fermeranu stroppii per a vita devenu cuntinuà à azzingà si à l'ultima fibra di curagiu.

U nostru travagliu di ghjurnaiistu ghjè di tirà avanti, allora tiremu avanti è passemu à l'attualità suciale.

 

Hà fiascatu eri dopu meziornu a reunione trà l'arritirati CGT è a direzzione d'EDF durerà dunque dinò oghje u blocume di e sedie aiaccine è bastiacce, l'arritirati volenu e prime d'insularità à paru à quellu di l’attivi , a direzzione ella ricusa.

 

In Cervioni anu da decide stamane l’ATOS CGT di u cullegiu, s'elli facenu durà a greva o s'elli piantanu. Eri l'ispittore d’accademia hà datu cunfermu di a dota di u mezu postu u prussimu settembre è peghju smarriscerà u postu sanu in 95.

 

Esperimentu d'allevu purcinu eri in Altiani, ghjè u modu di cunvià l’allevu chì accunsente di parà e malatie virale è u girandulimu animale, ma dinò d’accurtà u ciculu di riproduzzione. Sentite à Francescu Negroni di a Camara d’Agricultura di Corsica Suprana interrugatu da Natale Kruslin.

“-Sta sperimentazione hè stata fatta per pruvà à i pastori chì si pò allevà i porci d'un’antra manera chè a manera chì hè aduprata avà, attualmente. Sta manera nuvella permette d'avè i porci sott'à a manu senza avè discussione è cunflitti cù i pruprietarii, cù i merri è cù l'eletti perchè l'animali sò sempre sottu à a manu.

-Allora si pò dì chì s'anu da apre nuvelle pussibilità per l’allevu corsu?

-Hà da apre nuvelle pussibilità impurtante per l'allevu corsu, hà da esse a suluzione per garantì l'avenire di l'allevu corsu di u purcellu."

 

9 ore è 12 minute, hè compiu u nutiziale è ci ritruvemu à 10 ore.

 

STUDIU DI U NUTIZIALE DI 9 ORE ANNANT’À RCFM

 

Avemu sceltu R.C.F.M., perchè ghjè in questa, a radiu, ch'ellu si sente u più parlà a lingua corsa. Annant'à R.C.F.M. ci hè una puiitica di a lingua da 6 ore 30 à 9 ore.

R.C.F.M. hè un media urale, hè unu di e fonte impurtante di a cultura suciale, è chì oghje ùn hè più solu u libru chì porta a cultura, eppo vistu u pocu chì ghjè stampatu ùn hè micca interessante.

Esiste una vuluntà, una dinamica per a lingua corsa, ci hè un muvimentu, una mossa per l'elaburazione linguistica.

Ci hè una reazzione contr'à a diglussia, ùn ci vole micca ch'ellu ci sia un cunflittu trà e duie lingue, invece ci vole à passà da l'una à l'altra per fsparisce u cunflittu trà lingua duminante è lingua duminata. Dunque ùn si parla più di diglussia ma di bislinguismu. Ma ci vole à sapè chì a funzione di a lingua corsa annant'à a radiu ùn riflette micca a realità, ghjè un effettu di realità, almanaccatu di manera artificiale da a radiu.

 

Per u nutiziale, a radiu face finta di rispettà u statutu di e duie lingue, ma si sà bè chìi a presenza di u corsu hè un attu vuluntariu.

Si sbocca annant'à l'idea di a lingua chì hè una raprisentazione di l’identità.

R.C.F.M. ùn hè micca solu un strumentu di spressione di a sucetà, hè dinò una raprisentazione di a sucetà, ùn hè micca solu un stuvigliu, hè un modu di esse è di figurà a vita corsa in a realità cutidiana.

Ma, sì i ghjurnalisti anu fattu un sforzu dapoi a nascita di R.C.F.M., ghjè chì ci hè statu à un mumentu dattu un’evoluzione qualitativa è quantitativa di u corsu.

Dunque, i participanti à u nutiziale sò forse boni lucutori in lingua corsa, ma dinò devenu esse boni ghjurnalisti, vale à dì ch'elli devenu esse imparziali,apolitichi, devenu parlà di tuttu è di a verità.

Ma i prublemi di u nutiziale fattu in lingua corsa saranu i sbagli ch'ellu face u ghjurnalistu... Certe parolle ch'ùn esistenu micca, ci vole à inventà le o piglià esempiu annant'à altre lingue cum'è u francese o u talianu. Ma ci sò ch’ùn accettanu micca stu puntu di vistu, dicenu chè s'ellu ùn esiste micca a parolla, ghjè un neulugismu di trasfurmà a fine di a parolla francese per fà ne unà parolla corsa.

 

Per di chì u corsu hè una lingua ci vole à sapè dì tuttu, è dunque ci vole à mudernizà, impiegà parolle nove ma capiscitoghje da tutti i corsofoni, è postu ch'elli sò bislingui, aduprà parolle tradutte da u francese.

In stu nutiziale di u 6 di maghju 1994 i tituli maiò sò:

  • u giru di corsica automobile: cuminciava a seconda gnjurnata, ghjè un fenomenu in tutta l’isula perchè ci hè assai assai mondu, ci sò campioni, ghjè un bè per l’ecunumia di a Corsica postu ch'ellu ci hè ghjente di guasgi tutti i paesi di u mondu.

  • dopu, si parla di pulitica cù u F.L.N.C. storicu è cù l’A.N.C. .

  • in fine:  u ricordu di a catastrofa di Furiani, cù l'intervista di u babbu d’una vittima è u strattu di a messa fatta in Bastia.

 

U nutiziale fattu da i ghjurnalisti ùn pone micca prublemi di lingua, nè prublemi d'elaburazione linguistica, tuttu hè capiscitoghju.

I prublemi nascenu quand'elle sò I'interviste, a ghjente interrugata parla u corsu ma ùn sà micca discute è barattà sempre in corsu. Si vede ch'ella ùn hà l'abitudine di fà una discussione solu in lingua corsa. Ùn si capisce micca tuttu, facenu sbagli di lingua, impieganu parolle francese, ci sò i miichji trà e duie lingue.

Ghjè per quessa chì da 1985 à 1993 ùn si sò più fatte interviste in lingua corsa postu ch'elle ùn eranu micca abbastanza capiscitoghje. Oghje si ripiglianu perchè ci sò sfarenze trà i nutiziali di prima è quelli d’avà. Ghjè chì a ghjente parla megliu u corsu ancu sè certe volte ùn si hè micca sicuru. Ma ci hè una vuluntà d'andà versu una spressione corsofona. Hè soprattuttu un’evoluzione di tutte e raprisentazione chì sò ligate à u cunflittu di e lingue.

U spaziu di furmalità di a lingua corsa hè più largu, a fruntiera trà e duie lingue hè menu marcata, u statutu simbolicu di u corsu s'hè allargatu. Hè quessa chì cundiziuneghja i prugressi di a lingua.

U mischiu trà u corsu è u francese pò esse uccasiunatu da a cumpetenza individuale difettosa o imperfetta, quandu qualchissia ùn sà micca parlà bè una lingua

è ch'ellu adopra l'altra lingua per e parolle scunnisciute. Ghjè dinò un fattu sociolinguisticu chì tene à a storia di u bislinguisimu o di a diglussia, tandu ciò ch’è no chjamemu un sbagliu ùn currisponde più à a cumpetenza difettosa o imperfetta ma à a vuluntà d'ùn rompe micca a cumunicazione è di cunfurmà si à e norme culturale di a cunversazione. Ghjè un fattu d'uralità ch’ùn si ritrova

micca à u scrittu. Si chjama u “code-switching”. Hè diventatu guasgi a norma di u parlà in Corsica, vale à di chì a norma sociolinguistica hè diventàta u mischju

di e lingue.

Ma ùn si po micca luttà contr'à sta forza suciale è ecunomica, di sicuru quand'ellu si vole dà una nova sesta à una lingua, ci volenu misure amministrative è pulitiche.

Ma u più impurtante hè di dà è di avè u piacè di parlà sta lingua per dà a voglia à l'altri, dunque parlà corsu per piacè è micca per duvere.

 

L’affaccata di u corsu dipende di a cumpetenza di l'animatori è di a vuluntà di l’intervenenti.

 

A lingua corsa hè passata di u statutu di "dialettu" à quellu di “lingua” postu chì u corsu pò parlà di e realità internaziunale è ch'ellu hà un vucabulariu novu. Ma ùn ci vole micca à fascià si l'ochji, ùn esiste micca un equilibriu cumplettu di e duie lingue, ci sò piuttostu mumenti chì tandu ci hè un adopru vuluntaristu di a lingua corsa. In u listessu tempu ch'ella s'affacca in i media, à a scola ...

Ma a lingua corsa hè sempre a lingua duminata postu ch'ellu ùn ci sò micca i mezi. È sarà cusì fin’à ch’ellu si ottenga statutu puliticu officiale à lu livellu custituziunale.

È in tantu hè sicura, si deve fà, à livellu di e stituzione regiunale è à livellu individuale di ogni Corsu, tutti i sforzi è pugressi di un’elaburazione in anda da i vinti anni passati. RCFM hè un bellu esempiu.